rettangolo_trasparente.png

Avvio procedura cancellazione indirizzi PEC “IRREGOLARI”

La Camera di Commercio di Foggia, ai sensi:

  • della normativa vigente in materia di caselle di Posta elettronica certificata (D.L. 185/2008, convertito in legge 2/2009, D.L. 179/2012, convertito in legge 221/2012 e D.Lgs. 82/2005 CAD codice dell'amministrazione digitale)
  • della Direttiva MISE/Ministero della Giustizia del 27 aprile 2015

ha avviato una verifica sugli indirizzi di Posta Elettronica Certificata per le imprese ricadenti nella propria circoscrizione territoriale, verifica che comporterà la cancellazione d'ufficio degli indirizzi di PEC "irregolari".

Per PEC "irregolari" si intendono:

  • PEC NON VALIDA che comprende i seguenti casi:
    1) indirizzo PEC formalmente non corretto
    2) indirizzo PEC non esistente
    3) indirizzo PEC del cittadino (CEC-PAC)
  • PEC MULTIPLA individua le imprese che hanno una PEC condivisa con altri
    1) con altre imprese.(si rammenta, in questo caso, che essendo gli indirizzi riferibili a soggetti di natura giuridica diversa, dovrà restare iscritto solo l'ultimo indirizzo attribuito);
    2) con professionisti iscritti all'INI-PEC
  • PEC REVOCATA comprende sia quelle che sono diventate inattive sia quelle che non sono state mai attive

Come è noto, la PEC rappresenta l'equivalente "elettronico" dell'indirizzo "fisico" della sede legale ed è dunque un indirizzo pubblico informatico dell'impresa al quale pervengono informazioni, atti e notifiche validi a tutti gli effetti di legge.

Per essere il domicilio elettronico dell'impresa, deve essere mantenuta sempre attiva, regolarmente rinnovata nel tempo e costantemente presidiata.

Il presupposto di base, necessario per la certezza ed ufficialità dei rapporti giuridici è, infatti, che l'indirizzo di PEC:

  • sia univocamente ed esclusivamente riferibile al destinatario, senza possibilità di domiciliazione presso terzi o di duplicazione di indirizzi;
  • sia costantemente tenuto attivo (e sistematicamente presidiato dall'impresa) e non attivato solo per ottemperare ad uno specifico obbligo di legge.

Le caselle di posta non attive, revocate o comunque non rispondenti ai requisiti descritti, se non regolarizzate autonomamente dall'impresa, che ha l'obbligo di sostituirli con indirizzi "validi", devono essere cancellate d'ufficio con specifico provvedimento adottato dal Giudice del R.I..

In relazione a quanto sopra, si comunica quanto segue:

  • Con determinazioni del Conservatore del Registro delle imprese n. 6 del 21/3/2019, pubblicate all'Albo Camerale on line in pari date, sono stati stabiliti i criteri generali del procedimento di cancellazione d'ufficio degli indirizzi di posta elettronica certificata (PEC) "irregolari", già iscritti nel Registro delle Imprese;
  • La comunicazione agli interessati dell'avvio di procedimento di cancellazione degli indirizzi di PEC "irregolari" avverrà a norma dell'art. 8, comma 3 della legge 241/1990 e cioè, per la fattispecie trattata, tramite affissione all'Albo Camerale on line.
    Sarebbe infatti estremamente gravoso ed antieconomico per l'amministrazione, l'invio di raccomandate con ricevuta di ritorno alle circa diecimila imprese che, allo stato, si trovano con indirizzi di PEC irregolari;
  • L'avvio del procedimento coinciderà con la pubblicazione all'Albo Camerale on line della Camera di Commercio dell'avviso e relativi elenchi di imprese coinvolte; 
  • L'avviso e i relativi elenchi resteranno pubblicati all'Albo Camerale on line per gg. 30 dalla data di pubblicazione;
  • Gli interessati, entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione di avvio del procedimento, potranno far pervenire all'indirizzo di posta elettronica certificata della Camera Commercio di Foggia cciaa@fg.legalmail.camcom.it eventuali controdeduzioni scritte corredate da idonea documentazione ovvero provvedere alla regolarizzazione relativa all'iscrizione nel registro delle imprese di un nuovo indirizzo di posta elettronica certificata, dandone comunicazione al medesimo indirizzo cciaa@fg.legalmail.camcom.it affinché l'Ufficio possa procedere con l'archiviazione del procedimento avviato;
  • Trascorso il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione all'Albo Camerale online dell'avviso e dei relativi elenchi di imprese, in caso di mancata regolarizzazione e in assenza di controdeduzioni scritte, il Conservatore trasmetterà gli atti al Giudice del Registro delle imprese per l'adozione del provvedimento cumulativo di cancellazione delle Pec irregolari.

L'ufficio resterà a disposizione degli interessati per la consultazione degli elenchi PEC e per ogni altra informazione ritenuta utile. Responsabile del procedimento è il dott. Paolo Giuliani (e-mail: paolo.giuliani@fg.camcom.it)

rettangolo_trasparente.png

Categoria:

News

rettangolo_trasparente.png

Valuta questo contenuto:

rettangolo_trasparente.png

Ultima modifica:

Giovedì, 28 Marzo, 2019 - 09:31

rettangolo_trasparente.png