rettangolo_trasparente.png

PROCEDIMENTI DI MEDIAZIONE ED ARBITRATO A SEGUITO DELLO STATO DI EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA

In linea con le misure adottate dal Governo allo scopo di contenere il diffondersi del coronavirus, sono aggiornate le modalità di gestione delle istanze di mediazione e di arbitrato.

  • Per l’attività di mediazione

È disposta la sospensione dei termini per lo svolgimento di qualunque attività nei procedimenti di mediazione che rappresentino condizione di procedibilità ai sensi del Decreto Legislativo 28/2010 e successive modifiche ed integrazioni, nel periodo che va dal 9 marzo al 15 aprile 2020;
Qualora le parti manifestino, formalmente, la volontà di proseguire la procedura può essere avviata e conclusa. In questo caso, gli incontri andranno organizzati a distanza (audio o videoconferenze), utilizzando la strumentazione tecnologica a disposizione dell’Organismo. E’ comunque possibile continuare a ricevere il deposito delle istanze da parte degli utenti, nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, utilizzando la PEC cciaa@fg.legalmail.camcom.it o, se necessario, attraverso la posta ordinaria.
Le siffatte disposizioni si considerano estese a tutti i procedimenti di conciliazione c.d. obbligatoria (conciliazione telefonica, in materia di energia elettrica e gas).
La sospensione dei termini non riguarda la c.d. mediazione volontaria che potrà continuare a svolgersi nel rispetto delle regole e delle indicazioni rivolte a garantire la sicurezza nell’attuale situazione di emergenza, favorendo l’utilizzo della PEC o delle piattaforme in uso e con l’ausilio delle audio e video conferenze per gli incontri con le parti e con il mediatore.

  • Per l’Arbitrato

Il deposito delle nuove domande di arbitrato potrà avvenire principalmente attraverso la PEC cciaa@fg.legalmail.camcom.it ovvero secondo le modalità ordinarie.
Per la gestione delle procedure di arbitrato, pur in assenza di un'espressa previsione normativa che ne regoli la sospensione dei termini, previa intesa con le parti ed il collegio arbitrale, si dispone la sospensione dei termini per il deposito di tutti gli atti dei procedimenti, compresi i lodi, così come ogni altro termine previsto nel Regolamento, tenendo conto delle indicazioni previste per le udienze dei Tribunali e per la mediazione (art.1 e art. 20 del D.L. n.18 del 2020).
In particolare per i lodi, venuta meno la sospensione, il termine residuo per il deposito, se è inferiore, è esteso a 30 giorni. Le udienze arbitrali fissate a decorrere dalla data di inizio della sospensione e fino al 15 aprile 2020 sono rinviate d’ufficio a data successiva al 16 aprile 2020.
Resta salva la facoltà del Tribunale Arbitrale e delle parti di stabilire diversamente fatte salve le indicazioni rivolte a garantire la sicurezza nell’attuale situazione di emergenza.

rettangolo_trasparente.png

Categoria:

News

rettangolo_trasparente.png

Valuta questo contenuto:

rettangolo_trasparente.png

Ultima modifica:

Venerdì, 3 Aprile, 2020 - 10:54

#Covid-19

La Camera di commercio di Foggia al fianco delle imprese


NUMERI DEDICATI
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Assistenza telefonica Registro Imprese
0881.797230

Camera in ascolto - filo diretto con le imprese
0881.797311
emergenzaeconomica@fg.camcom.it


Come usufruire dei servizi camerali nel periodo di emergenza​

Aggiornamenti normativi, interventi economici, export, documenti utili e statistiche

posso restare aperto?

Richiedi l’innovativo dispositivo wireless #DigitalDNAIC comodamente da casa!

rettangolo_trasparente.png