rettangolo_trasparente.png

BANDO VOUCHER DIGITALI I4.0 - Anno 2017 Misura B - FAQ

SOGGETTI AMMISSIBILI

 

  • Quali soggetti possono presentare domanda di erogazione del contributo voucher digitali I4.0 , ai sensi del Regolamento Bando Voucher digitali I4.0 anno 2017 Misura B?
Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese che hanno sede legale e/o unità locali – almeno al momento della liquidazione - nella provincia di Foggia.

 

  • Quali requisiti devono possedere le imprese per essere ammesse?
Le imprese beneficiarie
  • devono essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale;
  • devono avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dal Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia.
  • non devono trovarsi in stato di difficoltà, (vedi art. 2 punto 18 del Regolamento 651/2014/UE della Commissione europea);
  • devono avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro (di cui al D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni);Tutti i requisiti devono essere posseduti dal momento della domanda fino a quello della liquidazione del voucher.
 
  • Ci sono categorie di imprese che non possono essere ammesse?
Si. Non possono essere ammesse le imprese che al momento della liquidazione del voucher abbiano forniture in essere con la Camera di commercio di Foggia
 
  • Possono presentare domanda le "Società Agricola Semplice", "Società Cooperativa Agricola" ed "Azienda Agricola Individuale”?
SI. possono beneficiare delle agevolazioni del bando della Camera di Commercio le micro, piccole e medie imprese così come definite dall'allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE:
Art. 1 - Impresa
Si considera impresa qualsiasi entità che eserciti un'attività economica, indipendentemente dalla sua forma giuridica. In particolare sono considerate tali le entità che esercitano un'attività artigianale o altre attività a titolo individuale o familiare, le società di persone o le associazioni che esercitano regolarmente un'attività economica.
 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

  • Alla domanda va necessariamente allegato il modello F23 o si può anche semplicemente apporre una marca da 16 euro? 
SI, alla domanda va allegato necessariamente il modello F23 debitamente compilato.
Codice ente: TUL
Codice tributo: 456T 
Descrizione: Imposta di bollo
Importo: 16 euro
 
  • Un'impresa può presentare più domande di contributo?
No. Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo/voucher. Le imprese che siano in rapporto di collegamento, controllo e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti possono essere ammesse a finanziamento solo per una domanda. In caso di presentazione di più domande, è presa in considerazione e ammessa alla valutazione di merito soltanto la prima domanda presentata in ordine cronologico e le altre domande sono considerate irricevibili. 
 

SPESE AMMISSIBILI

  • Quali sono le spese ammissibili previste dal Bando?
Sono ammissibili le spese Consulenza e Formazione
Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse, a eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario sostenga realmente ed effettivamente il costo dell’IVA senza possibilità di recupero. 

 

Consulenza (una o più tecnologie tra queste) Formazione (una o più tecnologie tra queste)
  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • realtà aumentata e virtual reality
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics
  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • sistemi EDI, electronic data interchange
  • geolocalizzazione
  • sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.)
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • RFID, barcode, sistemi di tracking
  • system integration applicata all’automazione dei processi
  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • realtà aumentata e virtual reality
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics

 

  • Ci sono categorie di attività escluse tassativamente dalle spese ammissibili?
SI. Sono escluse le spese di
  • acquisto di hardware e software
  • assistenza per acquisizione certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
  • in generale, supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge o di consulenza/assistenza relativa, in modo preponderante, a tematiche di tipo fiscale, finanziario o giuridico;
  • formazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente.
  • trasporto, vitto e alloggio, comunicazione e generali sostenute dalle imprese beneficiarie dei voucher

 

  • Da quando possono essere sostenute le spese ammissibili?
A partire dalla data di presentazione della domanda fino al 180° giorno successivo alla data di approvazione della graduatoria delle domande ammesse a contributo.
 
  • E’ previsto un tetto minimo/massimo di investimento?
Si. I progetti devono superare l’importo minimo di investimento di euro 1.000 (€ 1.000) inteso come sommatoria delle spese ammissibili obbligatoriamente da sostenere a pena di decadenza.
Non è previsto, invece, un tetto massimo di investimento, che viene lasciato alle stime della singola impresa.
Il contributo viene concesso in misura fissa.
Le imprese assegnatarie dei contributi devono presentare fatture quietanziate o documenti contabili aventi forza probatoria equivalente.

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

  • Quale è l’importo del Voucher concedibile?
I voucher avranno un importo massimo di euro 3.000,00, oltre all’eventuale assegnazione della premialità di euro 250,00 relativa al rating di legalità (vedi bando art.13) 
formazione
max il 50% del totale costi
agevolazione
60% se beneficiarie sono medie imprese
70% se micro o piccole imprese 
consulenza
agevolazione
50% dei costi ammissibili
elevabile fino al 75% < € 200.000,00 per beneficiario nell’arco di tre anni

 

ESEMPIO
Beneficiario: micro impresa
Progetto: Servizi formazione e consulenza per introduzione di manifattura avanzata
Investimento: Formazione € 1.000 - Consulenza € 3.000
Voucher: € 2.950 (€ 1.000 x 70%) + (€ 3.000 x 75%)

 

  • Come viene attribuito il Voucher alle imprese?
E’ prevista una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.
L’erogazione del voucher sarà subordinata alla verifica delle condizioni previste e avverrà solo dopo l’invio della rendicontazione, da parte dell’impresa beneficiaria. Per ulteriori dettagli rinviamo al bando, artt.10, 11 e 14

 
 
 

rettangolo_trasparente.png

rettangolo_trasparente.png

rettangolo_trasparente.png

Valuta questo contenuto:

rettangolo_trasparente.png

Ultima modifica:

Venerdì, 19 Gennaio, 2018 - 11:35

rettangolo_trasparente.png